de aqua calida   4 comments

tenersi aggiornati sulle notizie da lontano non è più difficile come un tempo. Quando ero bambino e vivevo in Iran con i miei, non c’era internet, non c’era la tv via satellite e prendere la linea al telefono era un’impresa. Le notizie erano scarse e erano nella maggior parte dei casi recapitati per mezzo di quotidiani che chi andava dal cantiere e veniva portava in gran quantità e distribuiva a tutti i colleghi. Ma di questo penso di aver già parlato in passato.

Oggi invece, pur essendo molto più lontano, posso leggere tutti i quotidiani on-line, la mattina in macchina durante i miei 40 minuti di viaggio da casa all’ufficio sento spesso o il notiziario di SBS in lingua italiana, o quello della Rai trasmesso da Radio Italia, la sera durante il ritorno a casa qualche volta mi collego a Radio Due e sento il Ruggito del Coniglio; volessi potrei vedere in registrata il TG di Rai1 che SBS manda in onda la mattina, ma non ce la faccio proprio a reggerlo.
Senza contare che tra app, youtube e cazzi e mazzi potrei guardare programmi italiani a brettio.
Essere a Melbourne potrebbe secondo questo aspetto essere quasi meglio che essere in qualche località rurale della Basilicata.

Un’osservazione sui quotidiani è che le notizie sono praticamente le stesse in tutto il mondo, i filmati dei simpatici gattini e le gallerie di foto bizzarre, gli articoli cari all’Elmar Burchia di turno, spopolano. Il target si è allargato, e allora la qualità si è abbassata, e il Corriere per attirare click si deve travestire da Novella 2000.

La cosa che mi fa profondamente incazzare però sono i commenti, la stupidità, la demagogia, la mera ignoranza sono incredibili, capisco la logica che ci stia dietro, e il fatto di scrivere su un blog ne è la testimonianza, i cretini non si accontentano di pensare cazzate, vogliono far sapere al mondo cosa pensano, ma se fino a 20 anni fa ciò avveniva solo al bar, oggi il bar è FB o il commento all’articolo.

Cosa ancor più terribile sono le faccine che hanno Corriere e Secolo.

Non ho nessun dato, ma sono certo che queste misure messe in atto dai giornali on-line funzionano e attirano sempre più persone, pronte a commentare, a darsi battaglia in inutili guerre di tastiera.
Una cosa simile avviene per il rugby, il sito dove scrivo tenta di presentare articoli decenti scritti con un po’ di raziocinio e con opinioni personali, il nostro maggior concorrente e sito numero uno in italia invece pubblica più o meno solo notizie d’agenzia tradotte alla cazzo a volte, senza fare cross references e fidandosi di qualunque fonte, lascia poi ai suoi mille mila iscritti i commenti, le precisazioni, le opinioni e gli approfondimenti. Sul nostro sito invece non commenta mai nessuno, leggono, si informano e se ne vanno.

Advertisements

Posted January 23, 2015 by dedee3 in invettive

4 responses to “de aqua calida

Subscribe to comments with RSS.

  1. ultimamente provo un po’ troppo gusto a parlare male delle dinamiche da facebook, le opinioni urlate di emeriti idioti, il concetto di informazione partecipativa che permette i commenti nei siti di notizie solo per aumentare la visibilità delle pagine e dunque degli annunci pubblicitari, senza dimenticare il sitema di emoticon che hai citato tu e che io (con molta originalità, immagino) boicotto sempre mettendo l’emozione più sbagliata per la notizia in questione, sperando che si rendano prima o poi dell’assurdità della cosa.

    cambiando discorso, vedo che ultimamente, oltre al rugby, condividi spesso notizie di altri sport, tutte relative all’australia e tutte in italiano, hai aperto un nuovo sito?

  2. Sì, australiasport si occupa di tutto lo sport downunder, un progetto che ho deciso di far partire con l’anno nuovo

    • ah ecco mi sembrava, ma il sito solo sul rubgy è stato inglobato o continua a vivere autonomamente?
      in ogni caso, se sei solo tu a scrivere tutti i testi, stai facendo un gran lavoro. ti vedo sempre molto presente con nuovi articoli. mi piacerebbe poter interagire un po’ di più, ma devo ammettere che delle cose di cui parli non so veramente nulla.
      però hai tutto il mio incoraggiamento!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: